segreteriafimpsicilia@gmail.com

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO (art. 17 D.L. 81/08)

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE

DEL RISCHIO

(art. 17 D.L. 81/08)

 

 

 

In data __/__/____

il sottoscritto …………………………………………………………………………………,

titolare dello studio medico pediatrico …………………………………………

 

 

con sede in…………………………………………………………………………………

 

 

In quanto Datore di Lavoro si è auto nominato :

  1. Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP)
  2. Responsabile del servizio Antincendio
  3. Responsabile del Pronto Soccorso

in collaborazione con:

  1. (Nome Dipendente) – Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RSL)
  2. (Nome Dipendente)
  3. (Nome Dipendente)

 

Ha quindi eseguito la Valutazione dei Rischi redigendo il presente Documento di Valutazione dei Rischi (DVR), sottoscritto anche dai  dipendenti per conoscenza.

 

 

 

Ai fini del presente DVR si i
ntende:

  • Pericolo: proprietà o qualità intrinseca di un determinato fattore (attrezzatura, prodotto, modello organizzativo, postazione di lavoro) avente la potenzialità di causare danni.
  • Rischio: probabilità di raggiungimento del livello potenziale di danno nelle condizioni di impiego o di esposizione ad un determinato fattore o agente oppure alla loro combinazione.
  1. Rischio Nullo : allo stato attuale delle conoscenze non vi è alcuna possibilità nè teorica  né pratica di raggiungere un livello potenziale di danno
  2. Rischio Molto Basso : non vi è alcuna notizia di raggiungimento del livello potenziale di danno nella propria realtà lavorativa né in realtà analoghe.
  3. Rischio Basso : vi è notizia del raggiungimento del livello potenziale di danno nella propria realtà lavorativa o in realtà analoghe in almeno una occasione negli ultimi (3/10 ) anni, senza tuttavia che si sia verificato alcun evento dannoso.
  4.  Rischio Medio : vi è notizia del raggiungimento del livello potenziale di danno nella propria realtà lavorativa o in realtà analoghe in più di una occasione negli ultimi (3/10) anni, oppure si è verificato un evento dannoso negli ultimi (3 / 10) anni in realtà analoghe.
  5. Rischio Alto : si è verificato un evento dannoso nella propria struttura o più di un evento dannoso in realtà analoghe.
  6. Rischio Molto Alto : si è verificato più di un evento dannoso nella propria struttura.
  • Sistema di Preallarme: sistema costituito dal RSPP e da tutti i dipendenti e collaboratori dello studio, in base al quale viene segnalato qualunque occasione nella quale venga raggiunto un livello potenziale di danno, utilizzando il modulo di cui all’appendice A del presente DVR.
  • Servizio di Prevenzione e Protezione: i l servizio è costituito dal RSPP e da tutti i dipendenti dello studio. Per il funzionamento del SPP è prevista almeno una riunione annuale ed è a disposizione il presente DVR con la scheda di segnalazione di cui all’allegato A.
  • Misure di Prevenzione e Protezione: misure messe in atto per l’eliminazione e/o la riduzione dei rischi.

 

In base alla valutazione del rischio effettuata con il  presente documento, le misure di prevenzione e protezione  per le varie tipologie di rischio sono le seguenti:

  • Rischio Nullo: Nessuna Misura.
  • Rischio Molto Basso: Attivazione del Sistema di Preallarme.
  • Rischio Basso: Valutazione della situazione che ha portato al raggiungimento del livello potenziale di danno in riunioni di formazione specifica per i dipendenti esposti al rischio medesimo, adozione di tutte le misure ritenute idonee per evitare il ripetersi della situazione di rischio.
  • Rischio Medio: Elaborazione di un documento che descriva dettagliatamente le situazioni nelle quali si è raggiunto il livello potenziale di rischio di cui si sia a conoscenza e di tutte le misure atte ad impedirne il raggiungimento.
  • Rischio Alto: Elaborazione di un documento che descriva dettagliatamente gli eventi dannosi verificatesi e gli interventi necessari per ridurre o eliminare il rischio connesso, almeno una riunione formativa all’anno per tutto il personale esposto con una esercitazione pratica che dimostri l’acquisizione delle conoscenze e delle abilità manuali necessarie per ridurre o eliminare il rischio in oggetto.
  • Rischio Molto Alto: adozione di una misura che consenta di ritenere che il rischio sia stato definitivamente ridotto o eliminato, quale ad esempio: eliminazione della lavorazione fonte del rischio, cambio di mansioni del personale coinvolto, sospensione dell’attività.

 

Verifica dell’applicazione delle Misure di Prevenzione e Protezione: l’RSPP è responsabile della verifica dell’applicazione delle MPP indicate nel presente DVR. In assenza del RSPP la responsabilità è del dipendente più anziano.

 

Dispositivi di Protezione Generici: tutti i dispositivi e le misure di protezione utilizzate per ridurre o eliminare il rischio, ad esempio: aerazione degli ambienti, decontaminazione delle superfici, sterilizzazione del materiale chirurgico, materiale monouso.

Dispositivi di Protezione Individuali (DPI): guanti monouso per l’assistenza al paziente e le attività di riordino e decontaminazione, guanti in gomma per la manipolazione di taglienti anche potenzialmente infetti, mascherine, schermi facciali e occhiali protettivi.

 

 

Valutazione dei Rischi

 

 

L’attività dell’unità produttiva oggetto del presente DVR è stata analizzata nel dettaglio prendendo in considerazione gli ambienti e l’attività lavorativa ivi svolta in vari momenti della giornata, in base alle diverse fasi lavorative e ai diversi carichi di lavoro. L’esito di tale analisi è sintetizzato qui di seguito:

 

 

 

 

Pericolo

Descrizione

Rischio

Misure Prevenzione e Protezione

Luogo di lavoro

Ambienti  volume  superficie  aerazione

Molto Basso

Idonea Formazione del personale

Pavimenti 

in condizioni di lavoro e durante le fasi di Pulizia

Molto Basso

Idonea Formazione del personale

Ostacoli dislivelli elementi sospesi

 

Molto Basso

Idonea Formazione del personale

Agenti Biologici Specifici

Gli agenti biologici responsabili di malattie trasmissibili non sono trasmissibili da persona a persona nelle condizioni di contatto normali

Basso

DPI/Idonea Formazione del personale

Agenti biologici Generici

Inalazione: la frequenza di portatori di malattie trasmissibili per via aerea è uguale  o lievemente superiore rispetto alla frequenza nella popolazione generale

Basso

DPI/Idonea Formazione del personale

Agenti biologici generici

Contatto acute integra

 

Molto Basso

DPI/Idonea Formazione del personale

Agenti biologici generici

Contatto con ferite superficiali

Molto Basso

DPI/Idonea Formazione del personale

Agenti biologici generici

Contatto con ferite profonde

Basso

DPI/Idonea Formazione del personale

Agenti Taglienti Aghi bisturi

Nessun tagliente presente in studio è in grado di provocare ferite pericolose per la salute o la vita Una ferita accidentale può risultare pericolosa se causata da un tagliente infetto o se a contatto con la ferita viene portato materiale infetto

Molto Basso

DPI/Idonea Formazione del personale

Rischio Incendi Materiale infiammabile

La collocazione del materiale infiammabile è stata valutata in relazione alla quantità dello stesso e alla sua vicinanza ad attrezzature o quadri elettrici alla caldaia murale (se presente) condizionatore all’uso eventuale di fiamme libere. A tutto il personale è stato fatto espresso divieto di fumare all’interno dello studio e altresì di impedire che altri fumino.

Molto basso

Idonea Formazione del personale

Rischio elettrico: apparecchiature a basso voltaggio

Le apparecchiature sono conformi alla normativa di sicurezza e il loro uso e’ regolamentato

Molto basso

 

Idonea Formazione del personale

Rischio elettrico: apparecchiature a tensione di rete

Le apparecchiature sono conformi alla normativa di sicurezza e il loro uso e’ regolamentato

Basso

 

Idonea Formazione del personale

Gravidanza

D.Lgs.151/01

 

Le procedure lavorative sono state  analizzate in relazione al D. Lgs. 151/01 e ai rischi specifici connessi con lo stato di gravidanza, in particolare per quanto riguarda:

la stazione eretta

il lavoro al videoterminale

non vi sono movimentazioni di carichi(>30 kg)

Molto Basso

Idonea Formazione del personale

Stress Lavoro correlato

 

il carico lavorativo

il numero di persone presenti in studio

il microclima ambientale

la rumorosità ambientale

la formazione e l’informazione riguardo ad ogni specifica mansione

Basso

Idonea Formazione del personale

Differenze di genere, di età e di cultura (art.28 comma 1: provenienza da altri paesi)

 

L’attività lavorativa è stata analizzata per quanto riguarda:

il personale impiegato nello studio è idoneo per quanto riguarda il genere, l’età e la cultura generale a comprendere la valutazione dei rischi effettuata e  per applicare le misure di prevenzione e riduzione dei rischi riscontrati

Molto Basso

Idonea Formazione del personale

Ulteriori pericoli

 

 

·          Gestione delle Emergenze.

 In caso di emergenza il personale dovrà seguire le seguenti linee guida:

  1. evacuazione di tutte le persone all’interno della struttura. Le vie di fuga sono chiaramente identificabili da qualunque punto dello studio.
  2.  allerta del sistema di gestione delle emergenze: 115 Vigili del fuoco, 118 Servizio di Urgenza ed Emergenza Medica
  3. spegnimento per quanto possibile degli impianti che potrebbero peggiorare l’evoluzione della situazione di emergenza: impianto del gas, impianto elettrico.
  4. abbandono dell’edificio.

 

·          Gestione del Primo soccorso

In caso di situazioni di pericolo di vita di persone presenti all’interno dello studio per qualunque ragione il personale seguirà il seguente protocollo:

  1. allerta del Servizio di Urgenza ed Emergenza Medica 118
  2. allerta del responsabile del Servizio di Pronto Soccorso dello studio
  3. verifica delle attività basali della persona (respirazione, circolazione)
  4. rimozione degli eventuali ostacoli alla respirazione
  5. effettuazione se necessario di massaggio cardiaco e respirazione artificiale
  6. effettuazione su indicazione del Responsabile del Servizio di Pronto Soccorso di terapia farmacologica.

 

·          Gestione degli appalti

Tutte le persone che lavorano a qualunque titolo all’interno dello studio sono state considerate,ai fini del presente DVR, dipendenti.

 

 

·          Riunioni Periodiche di sicurezza (art 35 D. L. 81/2008)

 Oltre alla riunione odierna ai fini dell’effettuazione della Valutazione dei Rischi in oggetto, è prevista una riunione periodica di sicurezza con redazione finale di verbale

  1. annualmente
  2. ogniqualvolta venga denunciato un infortunio o una malattia sul lavoro all’INAIL
  3. ogniqualvolta venga segnalato il raggiungimento di un livello potenziale di danno

 

Modello Organizzativo e Gestionale per la Prevenzione e la Riduzione dei Rischi

 

  1. Chiunque venga a conoscenza del raggiungimento di un livello potenziale di danno è tenuto a darne comunicazione al RSPP con le procedure di cui all’allegato A del presente DVR. La mancanza di comunicazione costituisce illecito disciplinare e verrà sanzionata con il richiamo scritto.
  2. In seguito alla valutazione effettuata e documentata con il presente DVR si ritiene che l’attività svolta non richieda sorveglianza sanitaria e quindi non sia necessaria la nomina del Medico Competente. Non si sono altresì rilevati rischi specifici che richiedano una riconosciuta capacità professionale specifica. Il presente DVR è stato integrato con tutte le osservazioni effettuate dai dipendenti dello studio sopra riportati.
  3. Il presente DVR viene conservato presso la sede dello studio in oggetto della valutazione , ed e’ a disposizione dei dipendenti e delle autorità di sorveglianza.
  4. Costituiscono parte integrante del presente DVR anche tutte le segnalazioni comunque pervenute al RSPP a partire dalla data di compilazione, conformi o non conformi all’allegato A, nonché ogni attività svolta in conseguenza di tali segnalazioni o di denuncie di infortunio o malattia professionale.

 

 

·          Nomina del medico  competente:

 

il medico competente non è stato nominato in quanto dall’analisi del ciclo lavorativo non sono emersi rischi occupazionali tali da rendere obbligatoria la sorveglianza sanitaria di cui all’art. 41 del D.L. 81/08

 

Firme:                                                                                                    

RSPP                                                                               

RSL

DIPENDENTI

DATA__/__/__

 

 

 

ALLEGATO A

 

 

Al Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione dello Studio__________________________

Via ______________________ _________________________Data___/___/____

Il sottoscritto  ______________________________________nato a ________________________il _________________

residente in ________________________________________in qualità di ______________________________________

dello studio ________________________________________________________________

dichiara che il giorno ___/___/___ alle ore ___.___ e stato raggiunto il livello potenziale di danno per

il pericolo di: (descrivere il pericolo)

 

Le condizioni lavorative che hanno determinato il raggiungimento del livello potenziale di danno sono

state: (descrivere l’attività)

 

Si suggerisce che per ridurre o eliminare il rischio del raggiungimento di un livello potenziale di danno

per il futuro sia necessario: (descrivere le misure che si ritiene di suggerire)

 

data ___/___/______

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Add Comment