segreteriafimpsicilia@gmail.com

Nota su Ricetta elettronica 1 novembre 2012

NOTA RICETTA ELETTRONICA 1 NOVEMBRE 2012

Carissimi colleghi,

giorno 30 ottobre altra riunione in Assessorato, presenti FIMP, FMMG, SNAMI e SUMAI, sulla questione Ricetta Elettronica. L’incontro si è rivelato un ennesimo inevitabile nulla di fatto. Seppure fosse presente, per la parte pubblica, il Dirigente Generale, l’incontro essendo conseguente ad una convocazione ufficiale ma ad un invito inoltrato solo per telefono, a nostro avvisso non aveva l’imprimatur istituzionale. Avevamo chiesto di giungere almeno alla sottoscrizione di un documento tra le parti, con le dovute assunzioni di responsabilità da parte della regione e da parte delle Softer-House. Le quali, in modo scorretto, hanno posto in essere un bombardamento propagandistico, di tipo sostanzialmente affaristico e senza nessuna garanzia.

Abbiamo voluto esserci, dando prova ancora una volta di disponibilità e responsabilità, ma abbiamo ricevuto ancora una volta solo parole.

Anche in questa circostanza, vista l’intollerabile pantomima, i sindacati dei Medici di Medicina Generale, FIMMG in testa, sono stati fermi nel rivendicare la corretta interpretazione ed applicazione delle norme in merito, tra l’altro abbastanza chiare e nette. Ovviamente e correttamente, come FIMP, non potevamo essere da meno. Norme che non possono essere disattese, altrimenti sarebbe come abdicare al nostro ruolo e alla nostra funzione. Prevaricazioni e scorrettezze ne subiamo continuamente, molte le battaglie che abbiamo sostenuto e tante quelle che abbiamo vinto, ma ciò è stato e sarà possibile solo se mostriamo coerenza e compattezza.

Si comprende molto bene la preoccupazione che sta montando attorno a questa vicenda ma non è possibile pensare che professionisti esperti, associati ad un Sindacato prestigioso, possano cedere all’ipotetica banale ritorsione economica del 1,15%, rispetto alla quale abbiamo argomenti e forza, considerata la compattezza di tutti i sindacati, per saperci difendere.

Le nostre referenze e le nostre competenze sono confermate dai fatti e dai risultati, primo su tutti la sigla dell’Accordo Regionale.
Si ribadisce che la regione aveva ed ha l’obbligo di fornire mezzi e strumenti per dare piena attuazione a tale incombenza. Per l’ennesima volta riproponiamo, sia i passi salienti delle leggi in merito, sia quanto esplicitato dalla nostra Convenzione.

All’articolo 50 del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326, e successive modificazioni.

5-bis. Per le finalità di cui al comma 1, a partire dal 1° luglio 2007, il Ministero dell’economia e delle finanze rende disponibile il collegamento in rete dei medici del SSN di cui al comma 2, in conformità alle regole tecniche concernenti il Sistema pubblico di connettività ed avvalendosi, ove possibile, delle infrastrutture regionali esistenti, per la trasmissione telematica dei dati delle ricette al Ministero dell’economia ………………………..

5-ter. Per la trasmissione telematica dei dati delle ricette di cui al comma 5- bis, con decreto del Ministero dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministero della salute, è definito un contributo da riconoscere ai medici convenzionati con il SSN, per l’anno 2008, nei limiti di 10 milioni di euro.

 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 26 marzo 2008

Art. 1. Principi generali relativi alle modalità di trasmissione

1. La trasmissione telematica dei dati delle ricette al Ministero dell’economia e delle finanze e delle certificazioni di malattia all’I.N.P.S. avviene nell’ambito del Sistema pubblico di connettività (SPC) …………………

Art. 3. Infrastrutture regionali

1. Le regioni devono comunicare al Ministero dell’economia e delle finanze entro trenta giorni dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del presente decreto, le infrastrutture regionali esistenti in grado di fornire servizi di connettività agli utenti e di interoperare con le infrastrutture di cooperazione applicativa del SAC.

2. Il Ministero dell’economia e delle finanze e la Presidenza del Consiglio dei Ministri ………….. valutano congiuntamente la conformità delle infrastrutture regionali alle regole tecniche previste dal Sistema Pubblico di Connettività (SPC).

 ACN 2009

Art. 13 bis comma 5: ai fini dell’assolvimento dei compiti previsti del DM 4 aprile 2008 e DPCM 26 marzo 2008, ……………………… il medico aderisce ed utilizza i sistemi informativi messi a disposizione dalle regioni secondo modalità e strumenti definiti fra le parti a livello regionale”.

dall’art. 58 TER – TESSERA SANITARIA E RICETTA ELETTRONICA, comma 5: “La riduzione non è applicata nei casi in cui l’inadempienza dipenda da cause tecniche non legate alla responsabilità del medico e valutate tramite le verifiche disposte dal Sistema Tessera Sanitaria.

Pertanto invitiamo i colleghi ad essere determinati, accorti e ragionevoli, soprattutto perché trovaimo saggio e strategico attendere la formazione del nuovo Governo Regionale e come sapete, verosimilmente, Lucia Borsellino sarà il futuro Assessore alla Sanità, con la quale da subito apriremo un confronto, sia sulla ricetta elettronica, ma anche sui tanti aspetti ancora aperti e non risolti.

In allegato, ad ulteriore chiarimento, troverete la News del collega Giacomo Caudo Segretario Regionale della FIMMG e la recentissima nota molto dura e determinata, datata 24 ottobre 2012, inoltrata al Governo e a tutte le Istituzioni dal Segretario Regionale della FIMMG Dr. Giacomo Milillo.

Un caro saluto.

Adolfo

Segretario Regionale della FIMP Sicilia

Add Comment