segreteriafimpsicilia@gmail.com

Testimonianza di solidarietà per le popolazioni colpite dal recente sisma.

Foto_sismaEmilia2012TESTIMONIANZA DI SOLIDARIETA’

PER LA POPOLAZIONE DELL’EMILIA

COLPITA DAL SISMA

3 le scosse più violente degli ultimi 14 giorni. 5.9, 5.8 e 5.1 la magnitudo. 26 i morti. 24 i campi di accoglienza. 13 in fase di allestimento. 18.000 circa gli sfollati. 600 le scosse registrate, tra il modenese e le province di Ferrara e Mantova, negli ultimi cinque giorni (miglia da quando è iniziato). 100.000 gli anziani in reale difficoltà, altrettanti i bambini che necessitano urgentemente di sostegno, in particolare per aiutarli a superare il trauma del terremoto.

 

Questi i numeri che danno la dimensione del dramma sociale ed economico, senza precedenti, che sta vivendo da circa due settimane la popolazione dell’Emilia. In particolare le 400 scosse in tre giorni, che stanno facendo crescere la preoccupazione che possa manifestarsi il così detto “Big One”, ovvero una scossa molto violenta, dagli effetti catastrofici, anche se a tal proposito l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia smentisce in modo netto.

Ai numeri drammatici seguono però quelli postivi: 6,2milioni di euro che la Protezione Civile ha comunicato di avere già raccolto attraverso gli SMS. Ciò è tutt’ora possibile e fino al 26 giugno, inviando un messaggio, dal costo di due euro, al numero 45500, il ricavato sarà destinato a sostenere le popolazioni dell’Emilia colpite dai terremoti del 20 e del 29 maggio.

Il Consiglio Regionale della FIMP Sicilia, a nome di tutti i pediatri di famiglia siciliani, esprime solidarietà alla popolazione colpita, in particolare ai bambini e alla loro fragilità e anche ai colleghi pediatri di famiglia emiliani colpiti dal terremoto, consegnando la nostra piena disponibilità, per ogni forma di collaborazione e/o sostegno, al collega Dr. Alessandro Ballestrazzi, in qualità di Segretario Regionale della FIMP Emilia-Romagna.

Qui di seguito pubblichiamo il comunicato stampa del Dr. Alessandro Ballestrazzi.

Fimp: Sisma non ferma l’assistenza e la solidarietà 

22 MAG

“Anche nel dramma del terremoto i pediatri dell’Emilia Romagna si sono prodigati per assicurare la continuità delle cure ai loro pazienti, nonostante essi stessi abbiano perso l’ambulatorio e certe volte anche la casa, ricorrendo all’ambulatorio dei colleghi o alle strutture messe a disposizione dalla Protezione Civile”. Così Alessandro Ballestrazzi, Segretario Regionale della Fimp (Federazione Italiana Medici Pediatri) Emilia Romagna, in merito al sisma che ha colpito la Regione. “I Segretari Provinciali della FImp delle zone interessate – continua Ballestrazzi – si sono attivati da subito per seguire la situazione, portare la solidarietà ai colleghi e mettere in atto tutte le misure necessarie a sostenerli. Il comportamento di queste ore – prosegue il Segretario Regionale della Fimp – dimostra il grande senso di responsabilità della categoria che anche nelle circostanze più drammatiche non dimentica mai la propria missione, come del resto abbiamo visto in Abruzzo appena pochi anni fa”. Per quanto riguarda la Fimp Emilia-Romagna i pediatri stanno valutando un progetto specifico per un aiuto concreto con una raccolta di fondi come segno visibile di solidarietà alla popolazione colpita. “Credo di interpretare i sentimenti di tutti noi medici pediatri – conclude Ballestrazzi – nell’esprimere solidarietà alle vittime e a tutti coloro che sono stati coinvolti nel terremoto che ha colpito parte della nostra Regione”.

Add Comment